ALLARME CONSUMATORI e reazioni a notifiche di prodotti non alimentari pericolosi

Ritirato il 24/04/2019 il pigmento per tatuaggio BRONZE a marchio WORLD FAMOUS Tattoo Ink. per rischio chimico-cancerogeno

PRODOTTO

Categoria Prodotti sostanza chimica
Codice doganale 32
Denominazione Prodotto pigmento per tatuaggio BRONZE
Marca WORLD FAMOUS Tattoo Ink.
Prezzo Non riportato
Paese d’origine USA
Tipo/numero di modello/codice a barre/codice della partita lotto WFBRZ161310

Analoga non conformità riscontrata in passato per altri tre lotti (274, 095 e 240) del medesimo colore e marca

Descrizione del prodotto e del suo confezionamento Pigmenti di colore bronzo, sulla confezione riportati i COLOR INDEX (Organico-Azoico)12477, 21095, Inorganico 77266, 77891 (Inorganico)
Norme o regolamenti applicabili. Direttiva 2001/95/CE, in Italia Dgls 206/2005 detto “Codice del Consumo”, Risoluzione Europea 2008 Res AP (2008)1
Prova di conformità Ricerca di ammine aromatiche vietate da Risoluzione Europea

COSTRUTTORE

Nome, indirizzo e dati di contatto del produttore o del suo rappresentante WORLD FAMOUS Tattoo Ink., Hoffman Lane Islandia NJ 11749, USA

GROSSISTA E RIVENDITORE

Nome e indirizzo e dati di contatto dei distributori o dei loro rappresentanti distribuito dalla ditta KWADRON GMBH UL. SOSNOWIETICA 81 31-345 KRAKOW Poland campionamento ufficiale eseguito dal NAS di Palermo, presso l’esercizio Studio Magma via Pacinotti 90 Palermo

PROVVEDIMENTI ADOTTATI

Misure obbligatorie Gli articoli sono stati sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo
Data di entrata in vigore Circolare Ministero Salute prot 21911 del 13 maggio 2009 di divieto di vendita ed utilizzo pigmenti non conformi a Risoluzione Europea; disposizione di ritiro dal mercato e richiamo dal consumatore del Ministero della S
Durata Illimitata
Portata Nazionale

PERICOLO

Natura del pericolo/rischio Chimico /cancerogeno
Sintesi dei risultati delle prove/analisi e conclusioni Indagine e campionamenti ufficiali svolti dal NAS di Palermo, analisi effettuata da ARPA Piemonte riscontrata presenza di

–        ANISIDINA (CAS 90-04-0) pari a 57 mg/kg.

Descrizione degli incidenti verificatisi I pigmenti non risultano conformi alla Risoluzione Europea 2008 Res AP (2008)1.

 

Cosa sono le ammine aromatiche?

Secondo quanto riportato dall’International Agency for Research on Cancer “Le ammine aromatiche sono un tipo di sostanza chimica generato soprattutto nella produzione di coloranti e pigmenti coloranti per tessuti, pelle e carta, e nell’industria della gomma.

Le più importanti ammine aromatiche sono, tra le altre, la benzidina, il 4-aminobifenile, la 2-naftilammina e l’ortotolidina”.

Le ammine possono essere considerate dei derivati dell’ammoniaca, in cui uno o più atomi di idrogeno sono stati sostituiti con gruppi alchilici o arilici.

Il capostipite della famiglia delle ammine aromatiche è l’anilina, un’ammina primaria la cui struttura è quella di un benzene.

L’anilina e i suoi derivati agiscono come un veleno Nel sangue, trasformando l’ossiemoglobina in metaemoglobina, inadatta alla funzione respiratoria.

L’esposizione acuta provoca in breve tempo asfissia, con cianosi e dispnea.

L’anilina inoltre è un cancerogeno riconosciuto per l’uomo. Provoca soprattutto tumori della vescica ma anche tumori renali, cutanei, epatici e del sangue. La molecola di anilina non è cancerogena di per sé, ma lo diventa a seguito della sua metabolizzazione nel fegato.

Nell’Unione europea è stato vietato un totale di 22 ammine aromatiche rilasciate dalle tinte.

Facebook
Google+
LinkedIn